Sicilia - Ragusa

TRASMISSIONE DI SAPERI, GIUNGI: “UNA PRIORITA’ PER CNA PENSIONATI”

La Cna Pensionati di Ragusa vuole provare ad avviare un nuovo percorso, abbiamo l’obbligo di provarci. La trasmissione dei saperi e delle competenze non può essere solo una mera enunciazione di principio, soprattutto in questa terra, ma deve diventare un punto qualificante della nostra associazione per questo vanno costruiti rapporti con la scuola e con le associazioni giovanili, utilizzando tutte le strutture del nostro sistema a partire dall’Ecipa (ente di formazione della Cna) e dal Patronato Epasa-Itaco. Questa la sintesi del convegno che si è tenuto a Ragusa, organizzato dalla Cna Pensionati ragusana che ha visto tra gli ospiti, il giornalista Paolo Borrometi, il presidente nazionale Giovanni Giungi, gli studenti dell’istituto “Galileo Ferraris” e i giovani dell’Associazione “Generazione Zero”.

Gli ultimi dati Istat provinciali (31/12/2017), in particolare l’indice di vecchiaia: 164 anziani ogni 100 giovani; l’indice di dipendenza strutturale: 55 persone a carico ogni 100 che lavorano; l’alto indice di ricambio della popolazione attiva e l’alto tasso di disoccupazione giovanile, oltre il 50%; ci dicono con chiarezza disarmante come in questa provincia ci sia non solo bisogno di lavoro, ma soprattutto di lavoro specializzato e qualificato, l’unico capace di far ripartire l’economia iblea. Per questo, come ha sottolineato il presidente Giungi nel suo intervento, “è utile mettere insieme la capacità di chi ha gestito per anni un’impresa artigiana e la competenza dei tanti giovani che conoscono e utilizzano con disinvoltura le nuove tecnologie digitali”. Un incontro utile e indispensabile, ha evidenziato Paolo Borrometi, “soprattutto in un territorio dove la mafia, con le sue economie, si sta imponendo come un'agenzia educativa. L’economia criminale ha a cuore, per così dire, il percorso che conduce alla costruzione di nuovi affiliati, i dati evidenziati precedentemente ne rafforzano il ruolo. Questo sta accadendo in molte realtà di questa provincia. Le cronache degli ultimi tempi ci raccontano come si stiano affermando fenomeni criminali guidati da giovani.” Per questo, sia il responsabile territoriale Giorgio Stracquadanio che il presidente territoriale Antonio Cavallo hanno rimarcato come sia necessario “riprendere il filo antico dell’eredità dei saperi, della trasmissione delle conoscenze e della condivisione intergenerazionale. Serve rompere il diaframma di incomunicabilità tra giovani e anziani. E’ il primo passo per riprendere questo filo è quello di ridare consistenza alla nostra microimpresa, che è stata l’argine ad ogni forma di illegalità, ridare forza all’esperienza, alla possibilità di ridiscutere e di interpretare la nostra realtà, personale, professionale e formativa; coinvolgendo e responsabilizzando le giovani generazioni.”

copertina verdeta68

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Testimonianze di "Nonni per le città" all'Assemblea Nazionale di CNA Pensionati"

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Spot radiofonici

BannerTIM

Al via il progetto "Nonni per le città"

Festa Nazionale CNA Pensionati

TG5 ore 8. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo un pensionato su 4 riesce a mantenere i famigliari senza difficoltà (27/08/17)

TG5 ore 00,50. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo 1 pensionato su 4 ha una vita dignitosa (26/08/17)

TGCOM24 ore 17. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo il 25% dei pensionati italiani riesce a vivere una vita dignitosa (26/08/17)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.