La carica dei pensionati, nel 2050 più dei lavoratori

La rivelazione e la ricetta per invertire la rotta nel rapporto Working Better With Age pubblicato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE)

I pensionati italiani godono generalmente di una buona salute, sono più attivi rispetto al passato e vivono più a lungo. Il loro numero continua a crescere e si stima che nel nostro Paese nel 2050 ci saranno più pensionati che lavoratori.

Il dato emerge dall’ultimo report Working Better With Age diffuso dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Sulla base degli attuali schemi pensionistici, si spiega all’interno del documento dell’OCSE, il numero di persone over 50 inattive o pensionate che dovranno essere sostenute dai lavoratori potrebbe aumentare di circa il 40%.

"Il fatto che le persone vivano di più e in una salute migliore è un risultato da celebrare - ha affermato il Direttore dell'Organizzazione per l'Occupazione, il lavoro e gli affari sociali dell’OCSE Stefano Scarpetta al lancio del rapporto a Tokyo - Ma un rapido invecchiamento della popolazione richiederà un'azione politica concertata per promuovere l'invecchiamento attivo in modo da compensare le sue conseguenze potenzialmente gravi per gli standard di vita e le finanze pubbliche".

Cosa fare allora? Il rapporto evidenzia alcune tra le possibili soluzioni: non solo allungare l'età pensionabile, quanto piuttosto puntare alla flessibilità, alla qualità del lavoro e alla formazione continua in direzione del digitale anche per i lavoratori più maturi.

Per favorire una maggiore permanenza al lavoro il rapporto reputa necessaria intanto una maggiore flessibilità nell'orario per evitare di dissuadere alcune persone anziane dal lavorare più a lungo e permettere a molte donne di conciliare vita privata e lavoro per perseguire carriere più lunghe.

Altra strada da percorrere, si legge nel documento, è incentivare migliori condizioni di lavoro che possano tutelare le buone condizioni di salute ed evitare pensionamenti anticipati in età avanzata.

Ed ancora, sarà importante investire nelle competenze dei lavoratori anziani che mostrano livelli di prontezza digitale inferiori rispetto ai loro figli e nipoti e partecipano meno alla formazione professionale: essenziale puntare su percorsi di apprendimento continuo anche per i lavoratori senior.

Link al report OCSE: https://www.oecd.org/employment/working-better-with-age-c4d4f66a-en.htm

copertina verdeta70

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

BannerTIM

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.