Pensioni - La strada impervia del futuro

Presente tra i relatori dell’Assemblea Nazionale di CNA Pensionati 2019, il Professor Giuliano Cazzola, già Dirigente generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, politico, giornalista, economista ed ex sindacalista italiano. A margine dell’evento Cazzola è intervenuto ai nostri microfoni sul tema delle pensioni e della sostenibilità del sistema previdenziale. Gli abbiamo chiesto, in sostanza, se e come in futuro lo Stato riuscirà a pagare a tutti una pensione dignitosa.

Domanda. Una prima domanda che vogliamo farle Professor Cazzola è sulla sostenibilità del sistema pensionistico attuale. Qual è la situazione in cui ci troviamo?
Risposta. La risposta più corretta è che ci troviamo in una situazione in divenire. Si sente spesso dire che c’è un rischio concreto di sostenibilità del sistema: è vero, ma la sostenibilità dipende da moltissimi fattori che ad oggi non possiamo prevedere. Ci sono troppe variabili fondamentali e quindi, senza poter azzardare previsioni, l’unico atto di buon senso è l’opportunità di un confronto continuo tra governo, forze sindacali e forze sociali.

D. Secondo Lei, si ha oggi un sistema pensionistico al passo coi tempi oppure il sistema è da aggiornare. E semmai come?
R. Direi che il vero problema è che il sistema che vige attualmente era stato costruito su una società particolare che oggi non c’è più. Anche con la riforma del 1990 è stato definito un modello basato in misura prevalente sul lavoratore dipendente. Non si tratta di un modello sbagliato, però non adeguato ai tempi e con il quale oggi non riusciamo a vestire altre categorie ed altre condizioni di lavoro. Cosa succede allora? Invece di pensare a trattamenti alternativi per queste altre condizioni, si fa l’inverso: si cerca di includere queste categorie nel modello prevalente non riuscendoci a pieno. C’è quindi un intervento da compiere, in particolare secondo me è necessario adottare una riforma che preveda un trattamento di base finanziato dal fisco su cui si innesca la funzione contributiva. Questo potrebbe dare una copertura più uniforme. Si tratterebbe certamente di una transizione complicata ma prima si comincia, meglio sarà per tutti. Penso sia possibile prendersi dei tempi nel medio-lungo periodo, basta non fare errori”.

D. È già in corso e rischia di accentuarsi un vero e proprio scontro intergenerazionale sui temi lavoro e pensioni…
R. Sì, ed il problema è nell’approccio dei governi che si ostinano a pensare alle pensioni con la testa rivolta all’indietro. È questo il vero pericolo culturale di cui nessuno si accorge. Quando si parla di pensioni, basta accendere la televisione o leggere i giornali, non si affrontano mai gli aspetti demografici che sono fondamentali a discapito dei giovani e del futuro. E così i giovani continuano ad essere tagliati fuori.

D. Guardando in avanti, allora, tra le possibili soluzioni da mettere in campo qual è secondo lei la strada maestra?
R. Ritengo sia assolutamente doveroso pensare a delle soluzioni per il futuro, soprattutto guardando alle prossime generazioni che andranno in pensione con il solo contributivo e per le quali ci saranno maggiori difficoltà rispetto alle precedenti, dato il minor importo che riceveranno mediamente. Tra le ricette da suggerire per realtà come CNA segnalerei la spinta sui fondi di previdenza complementare che nel lavoro autonomo non hanno ancora preso particolarmente piede ma diventeranno essenziali in futuro e non soltanto sostituivi dell’intervento pubblico.

D. Quale ruolo possono avere i corpi intermedi come CNA Pensionati in questa delicata partita?
R. Le forze sociali e, nel dettaglio, un’organizzazione come CNA Pensionati possono rivestire un ruolo importantissimo. E devo dire che tra gli aspetti più positivi c’è proprio l’atteggiamento responsabile che realtà come la CNA stanno mettendo in campo.

copertina verdeta73

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Gli auguri di Buona Pasqua del Presidente Giovanni Giungi

Messaggio del Presidente Giovanni Giungi

Messaggio del Presidente Giovanni Giungi

Assemblea Nazionale CNA Pensionati - Ministro della Salute Roberto Speranza

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

BannerTIM

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.