Un Natale tutto da gustare

Il Natale è alle porte e già il nostro pensiero va, oltre che alla gioia di ritrovarsi, alla preoccupazione di quante calorie acquisiremo e  di quanti digiuni e corsette (attività fisica) dovremo fare poi .
C’è un modo semplice, ma efficace, per poter gustare al meglio il Natale senza rinunciare a un po’ dei dolci tipici/tradizionali che rendono “tutti più buoni!!”
Bisogna, però, avere maggiori informazioni sui vari prodotti natalizi; per poter scegliere bene quelli da mettere in tavola riuscendo a soddisfare la voglia di dolce senza intaccare la salute.
Per riuscire in questo intento ci sono le etichette alimentari che grazie al Reg UE 1169/11 in applicazione in Italia dal 13/12/2014 

  • vengono scritte con una grandezza più leggibile
  • hanno l’indicazione ben visibile di tutti gli allergeni 
  • hanno l’obbligo di specificare bene quali sono tutti gli ingredienti .Non si possono più usare diciture generiche tipo “oli vegetali” ma “olio di palma” o “olio di cocco”

E soprattutto

  • Sui prodotti alimentari deve essere presente  l’etichetta nutrizionale con più informazioni rispetto a prima diventando preziose per la nostra dieta e per la nostra salute.

Tra i valori nutrizionali, ora, in etichetta, troviamo non solo quante calorie sono presenti in 100 gr di prodotto, che comunque è un’indicazione di massima che può indirizzarci verso un acquisto piuttosto che un altro, ma troviamo anche scritto la quantità di carboidrati complessi (indicati come “carboidrati”) e quella di carboidrati semplici (indicati come “zuccheri”). Quanti grassi saturi e insaturi; quanto sale (vi ricordo che in una dieta equilibrata  la quantità consentita è di 5 gr al giorno) e quanta fibra presente (la quantità di fibra in una dieta equilibrata è di circa 30gr al giorno).
Vediamo, quindi, cosa dobbiamo cercare e come dobbiamo leggere le etichette per poter scegliere il prodotto più indicato per noi.

Carboidrati e Zuccheri :
Nella moderna dietoterapia non si guarda più ai carboidrati complessi come carboidrati buoni e ai carboidrati semplici o zuccheri come quelli cattivi. 
Tutto dipende dall’indice glicemico più o meno alto cioè dalla capacità che ha un alimento di innalzare la glicemia.
Per rimanere però nella lettura delle etichette, possiamo dire che gli zuccheri semplici hanno generalmente un maggiore indice glicemico e quindi si consiglia di mangiarne pochi circa il 10%-15% delle calorie giornaliere. Ad esempio in una dieta di 1800 kcal se ne possono assumere 45gr al giorno poiché 1 gr di zuccheri ha 4 kcal.
Volendo mangiare la fetta di panettone o pandoro leggiamo quanti zuccheri ha sull’etichetta e sommiamoli a quelli presenti sulle altre etichette dei prodotti  che consumiamo nell’intera giornata.
Gli zuccheri infatti, oltre a innalzare la glicemia, vengono assimilati molto facilmente e apportano in poco tempo calorie (energia), che se non vengono utilizzate si trasformano in grasso di riserva.

Grassi saturi e insaturi 
I grassi saturi e insaturi hanno una differenza di struttura chimica per cui, generalmente, quelli insaturi sono raccomandati perché garantiscono una “pulizia” dai radicali liberi e dalle sostanze che possono depositarsi e ostruire le arterie.
I grassi saturi,soprattutto quelli a lunga catena, influiscono sul livello del colesterolo LDL (il colesterolo”cattivo”) e possono aumentare il rischio di malattie cardiovascolari. Ci sono poi dei grassi saturi particolari detti “a catena media o MCT” che hanno caratteristiche più simili ai carboidrati e quindi sono consigliati per determinate patologie.
Ma, per rimanere alla lettura delle etichette, le calorie date dai saturi dovrebbero essere al massimo  un 10% del fabbisogno calorico giornaliero. Insomma se avessimo una dieta di 1800 kcal potremmo mangiare 20gr di acidi grassi saturi sommando tutti gi alimenti della nostra giornata. Gli acidi grassi saturi si trovano principalmente nei prodotti animali e nelle margarine che hanno i grassi trans.Quindi basta fare una spesa guardando attentamente le etichette per  scegliere i prodotti con una minor quantità di acidi grassi saturi.

Guardando quindi le etichette nutrizionali posso scegliere i prodotti natalizi con meno zuccheri semplici e con meno grassi saturi con più fibra e con poco sale.
Anche le calorie possono essere un indice per scegliere.
Ad esempio,il grano saraceno ha meno calorie del frumento usato normalmente per i dolci e quindi i prodotti al grano saraceno avranno un totale calorico inferiore.
Così come la cioccolata fondente ha meno calorie e più antiossidanti di quella al latte ed è quindi consigliata nella scelta tra le due. 
L’uva passa anche ha antiossidanti, ma ha anche più calorie dei canditi 
Quando compreremo quindi il nostro panettone, pandoro o altro dolce per festeggiare leggiamo sia l’etichetta nutrizionale che gli ingredienti
Qui tutti i componenti sono messi in ordine decrescente. Il primo è quindi quello presente in maggior quantità e sapendo quali sono quelli che mi danno più calorie posso scegliere il prodotto che ne ha minor quantità.
E ora …
Per le feste, invece del solito libro, provate a leggere le etichette di quello che acquistate per potervi godere un Natale dolce e senza troppi rimpianti!!!

Vi auguro, quindi, una buona lettura di tutto gusto!!!! 

copertina verdeta65

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Al via il progetto "Nonni per le città"

Festa Nazionale CNA Pensionati

TG5 ore 8. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo un pensionato su 4 riesce a mantenere i famigliari senza difficoltà (27/08/17)

TG5 ore 00,50. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo 1 pensionato su 4 ha una vita dignitosa (26/08/17)

TGCOM24 ore 17. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo il 25% dei pensionati italiani riesce a vivere una vita dignitosa (26/08/17)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.