L'utilità del vino nella vita quotidiana

Amo la tavola e in generale tutto ciò che l’accompagna, il cibo, le persone, la musica, il vino, e molte volte ho assistito al superamento di imbarazzi o timidezze proprio durante momenti di convivialità. Si viene a creare una certa armonia: la condivisione dei sapori e più in generale il piacere di nutrire il proprio corpo, mette tutti a proprio agio e facilita le conversazioni e le confidenze, i sorrisi e l’ironia. Dopo un buon bicchiere di vino tutto sembra più bello e armonioso, si avverte una sensazione di allegria e la leggerezza che ne consegue vanifica il lavoro della razionalità e dei rigidismi, che perdono l’autorità per far prevalere flessibilità, dolcezza, simpatia, erotismo.

Per questo motivo viene spesso utilizzato come strumento di disinibizione, per dire ciò che si pensa realmente, per stimolare quella giusta dose di incoscienza che permette di esprimere il proprio coraggio. Ovviamente chi lo utilizza con questa finalità evidenzia una modalità castrata di relazionarsi, ha troppe regole interne e fatica a lasciarsi andare. 

Può anche accadere che si avverta dentro di sé la necessità di un aiuto a rompere gli indugi in particolari periodi della propria vita. Basti pensare ad un giovane che vuole corteggiare l’amata, piuttosto che una cena tra amici in cui ci si prende in giro. 

La lotta tra razionalità e istintualità trova un momento di tregua, utile a gestire con intelligenza emotiva una data situazione. Il vino infatti influisce direttamente sull’autocontrollo ed in generale sue moderate quantità, se assunte in condizioni “normali”, migliorano lo stato d’animo ed il modo con cui si vivono le emozioni. 

L’alcol crea euforia, aumenta la fiducia nelle proprie abilità, ha un effetto sedativo, riduce le percezioni, allunga i riflessi ed i tempi di reazione, sottostima i pericoli e restringe il cono visuale anteriore e la visione periferica dell’occhio. Tutti aspetti legati all’inibizione, al controllo e alla regolazione delle emozioni. All’interno di un momento di convivialità si permette all’alcool contenuto nel vino di annullare le facoltà mentali e amplificare l’euforia, vale a dire quel particolare status in cui corpo e mente esaltano qualsiasi emozione. 

Gli effetti del vino sull’uomo 

Gli studiosi hanno evidenziato i cinque maggiori benefici legati all’assunzione di vino in quantità moderate: 

  • riduzione dello stress
  • aumento dell’espressione di emozioni positive
  • miglioramento delle capacità nello svolgimento di determinati compiti
  • riduzione di stati clinici di depressione
  • trattamento favorevole di problemi psicologici legati all’invecchiamento

Numerose indagini hanno poi preso in considerazione l’effetto del consumo moderato nell’età avanzata. Si è accertato che il vino stimola l’appetito, diminuisce l’ansietà ed è di aiuto nel combattere disordini alimentari legati all’obesità, e all’anoressia di origine nervosa. Piccole quantità di vino accrescono nei soggetti la motivazione ad accettare una dieta o ridurre l’ansia  legata al semplice fatto di mangiare. Inoltre si è rilevato che il consumo di vino rende meno necessario l’impiego di tranquillanti, sonniferi e medicamenti volti ad elevare il tono psichico. 

È dimostrata inoltre un’azione protettiva nei confronti di malattie relative all’apparato cardiovascolare e al sistema nervoso. Per le qualità dei suoi componenti come fibre solubili (pectine) o insolubili (cellulosa) e sostanze antiossidanti ha una funzione determinante nel rallentare l’invecchiamento cellulare motivo per cui viene paragonato nella tradizione, ad un elisir di lunga vita.

Il vino e la sublimazione.

Oltre a disinibire le proprie rigidità, il vino sublima parte dei desideri sessuali. L’appassionato di vino, che ricerca il piacere e l’esperienza che solo un Bordeaux Premier Cru può dare, è un perverso. Nel suo piacere sublima parte della sua sessualità, nel vino trova quella soddisfazione personale e del tutto narcisistica, propria dell’orgasmo. Le ricerche psicosociali su queste tematiche, rilevano che i cultori del vino adottano più frequentemente della media della popolazione pratiche sessuali perverse. Questo viene spiegato con la capacità dell’alcol di allentare la morsa delle inibizioni, ma anche con l’abitudine a traslare il proprio soddisfacimento su oggetti “altri” dal partner. Sublimare significa proteggere dalla frustrazione di non poter soddisfare, nel modo e nel momento in cui si vorrebbe, i desideri sessuali. Inoltre i desideri sessuali inconsci, rimossi perché indicibili e sconvenienti, possono trovare soddisfazione proprio e solo tramite la sublimazione. Basti pensare al complesso di Edipo, ovvero al desiderio inconscio di congiungersi carnalmente alla madre. 

Il vino possiede inoltre un inconscio. È costituito dal terreno, dagli aromi, dai sapori che nel corso degli anni lo arricchiscono. Esattamente come per l’uomo, che è il risultato dell’ambiente in cui nasce e delle trasformazioni del tempo. L’inconscio di una persona è spesso sfuggente come il vino, che per la sua complessità, sfugge ai sensi più fini ed esperti, che tentano di classificarne le caratteristiche. Un legame, quello vino-uomo, dunque più profondo di quanto si possa immaginare. Il buon vino, la cui provenienza è indubbiamente insita nella madre terra, contiene in sé l’elemento terapeutico, la sublimazione del piacere sessuale, che riavvicina l’essere umano, pregno delle sue illusioni e sovrastrutture proprie del vivere moderno, al suo inconscio e quindi alla natura.

copertina verdeta

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Al via il progetto "Nonni per le città"

Spot radiofonici

BannerTIM

Festa Nazionale CNA Pensionati

TG5 ore 8. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo un pensionato su 4 riesce a mantenere i famigliari senza difficoltà (27/08/17)

TG5 ore 00,50. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo 1 pensionato su 4 ha una vita dignitosa (26/08/17)

TGCOM24 ore 17. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo il 25% dei pensionati italiani riesce a vivere una vita dignitosa (26/08/17)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.