I giardini verticali

Qualcuno li chiama quadri viventi, qualcun altro li definisce giardini pensili o giardini verticali, ma la sostanza non cambia. Si tratta di alcune specie vegetali che vengono fatte crescere lungo i muri sia esternamente che all'interno di case, edifici, fabbricati. Si sviluppano in altezza con le radici abbarbicate alle pareti di sostegno. Non si usa terriccio. Ci sono piante che ne possono fare a meno, si accontentano del minimo indispensabile, ossigeno, anidride carbonica e naturalmente acqua. Per garantire quest'ultima ci si avvale di un impianto studiato apposta, che passa in mezzo alla superficie.

Si attacca un rivestimento di metallo direttamente sul muro, dove viene adagiato un drappo in genere in PVC e poi una guaina di feltro. A questo punto si innestano le piante che si sviluppano lungo tutta la parete.

Tutto è cominciato negli anni '90

Il primo a utilizzare questo sistema è stato il botanico francese Patrik Blanc, negli anni '90. Nelle sue realizzazioni ha cercato di unire il poco spazio in ambienti urbani a alta densità abitativa, con il fascino di piante disposte in maniera accattivante e un modello rispettoso dell'ambiente. Ha utilizzato vegetali che si arrampicano, tanto da formare una patina verde, un rivestimento che aderisce come una pelle alla parete. A volte si eseguono veri e propri disegni, composizioni che giustificano l'appellativo di “quadri viventi”.

C'è poi chi, unendo creatività e un concreto senso degli affari, ha coniato messaggi pubblicitari incisi nel verde. Scritte ottenute da piante inserite in giardini verticali. Quadri viventi che ci ricordano un certo prodotto. Efficaci nel bombardamento di pubblicità a cui siamo sottoposti ogni giorno.

Benefici e vantaggi    

Coltivare piante lungo i muri può essere utile quando non si ha abbastanza spazio per creare un vero giardino. Soprattutto in balconi e terrazze di dimensioni troppo ridotte.

Una superficie tappezzata con prati verticali porta con sé dei vantaggi innegabili.

Prima di tutto questi giardini inglobano anidride carbonica e generano ossigeno contribuendo a ridurre la contaminazione dell'aria.

Formano una barriera che attutisce i rumori che in zone molto trafficate  fanno da colonna sonora alle nostre occupazioni giornaliere.

Durante la bella stagione aiutano a raffreddare l'aria e a rendere l'afa meno pesante, oltre ad attutire i riflessi del sole.   

Santalaia, prato sospeso in Colombia

Uno dei più grandi giardini verticali del mondo si trova in Colombia.  “Santalaia”, un “barrio” della capitale Bogotà, ospita uno spazio che abbraccia diversi edifici, alcuni di grandi dimensioni. Le riprese dall'alto mostrano strutture ricoperte di una vera e propria “pelle verde”. Le fredde statistiche ci informano che questa “pelle verde” genera ossigeno per 3000 persone all'anno. Ma non si fermano qui. Depurano da 2000 tonnellate di gas pericolosi, sempre riferiti a un anno solare. Assimilano 4000 kilogrammi di polveri sottili e oltre 800 kilogrammi di metalli pesanti. Un totale di 115 mila piante di 10 specie diverse.

Nata dalla collaborazione di architetti e botanici spagnoli e colombiani, ha richiesto otto mesi di lavoro. Si sono affrontati problemi che hanno riguardato il sistema di irrigazione, il tipo di piante da inserire e naturalmente come operare per ottenere un risultato bello a vedersi.

Giardini pensili di Babilonia

A ben guardare i giardini verticali hanno un illustre antenato. Nell'antica Babilonia c'erano i “giardini pensili”, considerati una delle sette meraviglie del mondo di allora. Babilonia era situata nelle vicinanze dell'attuale Bagdad, in Iraq. I giardini furono fatti erigere dal re Nabuccodonosor più di duemila anni fa. In onore della moglie fece innalzare delle terrazze in pietra. Sulla sommità venivano coltivate un gran numero di piante, annaffiate con un congegno a catena che sfruttava la vicinanza del grande fiume Eufrate. Questi giardini non erano solo un'oasi di divertimento, un luogo di svago dove ritemprare lo spirito, ma anche uno spazio sacro, dove entrare in contatto con il tutto, con la divinità. Come ricorda il Corano: “Il pane sazia il corpo ma le piante nutrono l'anima.” 

copertina verdeta65

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Al via il progetto "Nonni per le città"

Festa Nazionale CNA Pensionati

TG5 ore 8. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo un pensionato su 4 riesce a mantenere i famigliari senza difficoltà (27/08/17)

TG5 ore 00,50. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo 1 pensionato su 4 ha una vita dignitosa (26/08/17)

TGCOM24 ore 17. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo il 25% dei pensionati italiani riesce a vivere una vita dignitosa (26/08/17)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.