Troppa dolcezza fa male, soprattutto a tavola. Giornata del diabete: 6 anziani su 10 malati

Il 14 novembre la giornata mondiale di sensibilizzazione, meno zuccheri raffinati e attività fisica costante i rimedi per evitare e curare la malattia

Ricorre ogni anno il 14 novembre la Giornata mondiale del diabete, data scelta in relazione alla nascita del fisiologo Frederick Banting a cui si deve, insieme al collega Charles Best, la scoperta dell’insulina.

L’appuntamento viene ricordato in tutto il mondo per accendere i riflettori su una patologia che interessa 425 milioni di persone ed è in costante aumento, con una proiezione di quasi 600 milioni di malati per il 2035 secondo le stime dell'International Diabetes Federation.

Anche in Italia la situazione non è rosea: dai dati della Società italiana di diabetologia sono 4 milioni i diabetici nel nostro Paese a cui si aggiunge un milione di individui che ancora non sa di essere malato ed altri 7 milioni in condizioni di pre-diabete.

In particolare sono gli over 65 ad essere colpiti dalla patologia, secondo le ultime rilevazioni della Fondazione Associazione dei medici diabetologi in Italia 6 anziani su 10 soffrono del diabete di tipo 2: nel dettaglio, tra questi il 25% ha un’età superiore ai 75 anni.

Malattia metabolica cronica, caratterizzata dagli alti livelli di glucosio nel sangue dovuti all’incapacità del corpo di produrre abbastanza insulina o al suo non corretto funzionamento, può presentarsi in forme diverse: il diabete di tipo 2, meno grave di quello di tipo 1, è legato all’invecchiamento ma nell’80% dei casi è possibile evitarlo o comunque contrastarlo.

Come? Il punto di partenza è fare proprie alcune accortezze relative all’alimentazione, modificando con l’avanzare degli anni le proprie abitudini legate al cibo. In particolare si dovrebbe privilegiare una dieta ricca di frutta e verdura e al tempo stesso povera di grasso saturi e di zuccheri raffinati. Non solo, l’imperativo è combattere la sedentarietà con un po’ di attività fisica che permetta di mantenere il giusto perso corporeo.

Si tratta di consigli che però ancora molti ignorano oppure non seguono a dovere. Ecco spiegato perché la giornata del 14 novembre assume un ruolo cruciale di sensibilizzazione sul tema. L’evento nasce per spiegare l’importanza della prevenzione attraverso la promozione di corretti stili di vita, ma anche per fornire le informazioni necessarie sulla diagnosi, sul trattamento e sulla cura del diabete.

Così, in occasione della giornata del 14 novembre, sono numerose le iniziative che si svolgeranno nelle principali città italiane (qui l’elenco completo http://www.diabeteitalia.it/gmd). A livello simbolico, molti ospedali e monumenti saranno illuminati di blu ma, più praticamente, nelle farmacie che hanno aderito alla campagna Diaday promossa da Federfarma sarà possibile sottoporsi a controlli gratuiti della glicemia.

copertina verdeta67

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Testimonianze di "Nonni per le città" all'Assemblea Nazionale di CNA Pensionati"

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Spot radiofonici

BannerTIM

Al via il progetto "Nonni per le città"

Festa Nazionale CNA Pensionati

TG5 ore 8. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo un pensionato su 4 riesce a mantenere i famigliari senza difficoltà (27/08/17)

TG5 ore 00,50. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo 1 pensionato su 4 ha una vita dignitosa (26/08/17)

TGCOM24 ore 17. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo il 25% dei pensionati italiani riesce a vivere una vita dignitosa (26/08/17)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.