Dieta-mima digiuno: una nuova dieta?

La Dieta-mima digiuno è un protocollo dietetico formulato e studiato dal Dottor Valter Longo, direttore dell'Istituto di Longevità nella School of Gerontology alla University of Southern California USC, Los Angeles e del Laboratorio di Longevità e Cancro all'Istituto di Oncologia Molecolare IFOM a Milano.

Nel suo libro “la dieta della longevità” il noto ricercatore espone le teorie alla base della “dieta-mima digiuno”. 

E’ necessario chiarire che la dieta-mima digiuno è qualcosa di estremamente diverso rispetto alla dieta della longevità che dà il titolo al libro. Infatti la dieta della longevità è uno stile di vita valido per il mantenimento della salute, la prevenzione delle malattie e il rallentamento dell’invecchiamento anche se non si tratta di indicazioni rigide come capita con le comuni diete dimagranti commerciali.

La dieta-mima digiuno invece si segue solo per cinque giorni a intervalli di mesi in base allo stato metabolico e di salute della persona. Terminato tale periodo si ritorna ad un’alimentazione controllata e bilanciata quale può essere la dieta mediterranea, una low carb, una Paleo diet e via dicendo.

La dieta mima digiuno non è pensata per aumentare la massa muscolare, per migliorare le prestazioni in un particolare sport, ma è un protocollo che ha come fine ultimo il miglioramento dei parametri di salute e di quelli metabolici.

Tale dieta non può essere improvvisata o gestita autonomamente ma è necessaria la supervisione di un medico o di un nutrizionista. Può essere seguita da tutti gli adulti sani di età compresa fra i 18 e i 70 anni.  La possono seguire persone con diabete, malattie cardiovascolari, cancro, malattie autoimmuni o degenerative, ma sempre sotto opportuno controllo medico.

Non può essere seguita da donne incinte, persone anoressiche o sottopeso, persone oltre i settant’anni o quelle particolarmente deboli di qualsiasi età, persone con patologie senza l’approvazione del medico curante e del nutrizionista, persone che usano farmaci, persone con pressione sanguigna particolarmente bassa, sportivi durante periodo di allenamento o competizione e non deve essere abbinata a docce molto calde. Per le persone oltre i 70 anni è sconsigliata proprio per evitare l’eventuale malnutrizione calorico proteica.

La dieta va fatta una volta al mese per persone in sovrappeso o obesi con almeno due fattori di rischio come diabete, cancro, malattie cardiovascolari, malattie neurodegenerative. 

Una volta ogni due mesi per persone normopeso con almeno due fattori. 

Una volta ogni tre mesi per persone normopeso con un solo fattore di rischio. 

Una volta ogni quattro mesi per persone sane e con alimentazione normale che praticano scarsa attività fisica. 

Una volta ogni sei mesi per persone sane con alimentazione corretta che praticano regolare attività fisica. 

La dieta dura cinque giorni e prevede 1150 kcal il primo giorno e 800 kcal dal secondo al quinto giorno. Necessita anche dell’assunzione di integratori multivitaminici e di omega tre. In particolare il primo giorno si devono assumere in totale, divise fra colazione, pranzo e cena 500 calorie in carboidrati complessi (verdure come broccoli, pomodori, carote, zucca, funghi); 500 calorie in grassi sani (noci, mandorle, nocciole, olio di oliva); un integratore di omega3 e un multivitaminico; 3-4 tazze di tè senza zucchero al giorno; 25 grammi di proteine di origine vegetale contenute principalmente nella frutta a guscio; acqua a volontà.

Nei quattro giorni successivi si passa all’assunzione di 400 calorie in carboidrati complessi, 400 calorie in grassi sani; un integratore di omega3 e un multivitaminico; 3-4 tè senza zucchero al giorno; acqua a volontà.

Terminata tale dieta si riprende l’alimentazione normale che deve comunque restare controllata e bilanciata.

La dieta-mima digiuno non è quindi un’altra delle innumerevoli invenzioni mediatiche per soddisfare il miraggio della fonte della giovinezza, ma è il risultato di anni di studi finalizzati al miglioramento dello stato di salute della nostra vita e va adoperata con criterio e consapevolezza.

copertina verdeta70

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

BannerTIM

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.