Rapporto Istat, gli anziani in Italia: sempre di più e sempre più attivi

Tra sport, cinema, teatro e utilizzo del web si invecchia meglio e sempre più tardi. Nel Rapporto annuale presentato dall’Istat si legge che “essere anziano ormai non è più una questione di età anagrafica”

Aumentano, vivono più a lungo, godono di buona salute e si divertono - È la fotografia della popolazione anziana in Italia scattata dal Rapporto annuale 2019 dell’Istituto nazionale di statistica.I numeri degli over65. In uno scenario che vede nel nostro Paese il peggior calo demografico degli ultimi 100 anni (140mila nascite in meno rispetto al 2008) gli anziani rappresentano quasi un quarto della popolazione: la quota di over65 si attesta infatti al 22,8 per cento del totale dei residenti. 

Quantità e qualità della vita - Cresce il numero degli anziani e aumenta anche la speranza di vita: nel 2018 si stima che gli uomini possano contare su una vita media di 80,8 anni mentre le donne possano arrivare mediamente fino a 85,2 anni. L’aumento della vita determina l’incremento della popolazione dei cosiddetti “grandi anziani”: circa 2,2 milioni gli individui di età pari o superiore agli 85 anni. Altro record tutto italiano è quello che ha il Belpaese (insieme alla Francia) a livello europeo per numero di ultracentenari: quasi 15 mila. Al dato quantitativo si unisce anche quello qualitativo: oltre ad espandersi l’orizzonte di vita aumentano anche gli anni vissuti senza limitazioni nelle attività. 

Si diventa anziani sempre più tardi - L’aumento della speranza di vita, accompagnato da un miglioramento generale delle condizioni di salute, amplia l’orizzonte delle biografie. Il generale miglioramento delle condizioni di vita delle persone e l’innalzamento del livello di istruzione, inoltre, contribuiscono a modificare abitudini e comportamenti con impatto sulla qualità della vita degli over65. Così, si legge nel documento Istat “essere anziano ormai non è più una questione di età anagrafica”. I “giovani anziani” sono tutti coloro per cui la carta d’identità non conta, si danno da fare e si divertono.

Sport, cinema, teatro, web: invecchiare attivamente - Essere inserito all’interno di un sistema di relazioni sociali il più ampio possibile crea per l’anziano un ambiente favorevole all’invecchiamento attivo, preservandolo da condizioni di solitudine che hanno un impatto negativo. Gli anziani e i pensionati italiani concordano visto che, rispetto ai dati dell’anno scorso, aumenta la pratica di sport, cresce la partecipazione sociale e culturale (cinema o teatro), si diffonde ancora l'uso del web. Aumenta anche la partecipazione alla formazione e ai percorsi d’apprendimento, che assume particolare importanza nelle fasi più avanzate del ciclo di vita: coltivando in modo adeguato le conoscenze si mantiene vivo l’interesse conoscitivo, contribuendo a rallentare il processo di deterioramento delle abilità cognitive.

Le sfide per il futuro - Le proiezioni Istat prevedono che nel 2050 la quota di ultra65enni sul totale della popolazione potrebbe ulteriormente aumentare rispetto al livello del tra 9 e 14 punti percentuali, secondo ipotesi più o meno ottimistiche. La trasformazione delle generazioni del baby boom nate negli anni ’60 da adulti di oggi ad anziani di domani sarà la principale determinante del futuro invecchiamento della popolazione. Quindi, si sottolinea nel rapporto, è utile sottolineare che se oggi garantire un’assistenza dignitosa a quasi 14 milioni di ultra65enni sembra ancora possibile, è opportuno interrogarsi “se” e “come” saremo in grado di soddisfare la stessa domanda anche solo tra vent’anni, allorché gli anziani saranno saliti di altri 5 milioni. C’è da chiedersi soprattutto quali strategie andranno avviate per garantire la tenuta degli equilibri di welfare e ,in primo luogo, proprio nel campo della salute.

Il Rapporto Istat 2019 - www.istat.it/storage/rapporto-annuale/2019/Rapportoannuale2019.pdf

copertina verdeta71

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Assemblea Nazionale CNA Pensionati - Ministro della Salute Roberto Speranza

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

BannerTIM

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.