Cancro, troppe cattive abitudini per i pazienti over 65

Per la prima volta calano i nuovi casi di tumore in Italia. La nota dolente, però, riguarda i malati anziani che non correggono il loro stile di vita: fumo, abuso di alcol, sedentarietà, alimentazione inadeguata

Si parte da una buona notizia, per la prima volta calano i nuovi casi di tumore in Italia, ma la situazione si fa meno rosea quando si analizza il comportamento dei malati più anziani. Pazienti incorreggibili, le persone over 65 che hanno ricevuto una diagnosi di tumore continuano a mantenere le abitudini cattive: fumo, abuso di alcol, sedentarietà, scarso consumo di frutta e verdura, che rappresentano fattori di rischio per recidive tumorali o aggravanti della patologia stessa.

I numeri del cancro 2019. L’indagine è stata presentata oggi dal rapporto 'I numeri del cancro 2019', censimento ufficiale giunto alla nona edizione che descrive l'universo cancro grazie al lavoro dell'Associazione italiana di oncologia medica, dell'Associazione Italiana Registri Tumori, della Fondazione Aiom, del sistema Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia, di Passi d'Argento e della Società Italiana di Anatomia Patologica e di Citologia Diagnostica. Oggi sono 371mila i nuovi casi stimati (2mila diagnosi in meno rispetto al 2018) con l’altra nota lieta della diminuzione della mortalità grazie ai programmi di prevenzione e al miglioramento delle terapie. Le 5 neoplasie più frequenti sono quelle del seno (53.500 casi nel 2019), colon-retto (49.000), polmone (42.500), prostata (37.000) e vescica (29.700).

Eppure gli anziani. In un quadro decisamente positivo, appunto, stupisce il dato in controtendenza della popolazione anziana. Nel biennio 2016-2017 preso in considerazione, infatti, sono state raccolte informazioni su un campione rappresentativo di 22.811 over 65 residenti in Italia: di questi 3.019 hanno riferito di aver ricevuto una diagnosi di tumore (12,8% su scala nazionale). Quello che è emerso è che "fra questi pazienti resta non trascurabile la quota di persone che si mantengono fumatori abituali (11%). Il 18% fa ancora un consumo di alcol rischioso per la salute (superando il limite indicato dall'Organizzazione mondiale della sanità per gli ultra 65enni di una unità alcolica al giorno) e il 40% dichiara di essere sedentario. Infine, è relativamente bassa (13%) la quota di persone che consuma almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, come raccomandano le linee guida per una corretta e sana alimentazione.

Scarsa attenzione ai consigli. Il consiglio medico rappresenta ancora oggi il punto di riferimento per il contrasto ai comportamenti insalubri, anche se troppo poco ascoltato. Fra gli intervistati ultra 65enni con diagnosi di tumore il 77% dei fumatori dichiara di aver ricevuto il consiglio di smettere di fumare, il 30% dichiara di aver ricevuto il consiglio di praticare attività fisica e il 12% riferisce di aver ricevuto il consiglio di bere meno fra i consumatori di alcol a rischio. Il comportamento di anziani e pensionati si mostra, al contrario, ancora troppo poco coerente con quanto prescritto con la necessità di intervenire per una rapida inversione di tendenza.

copertina verdeta70

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

BannerTIM

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.