Frutta e verdura: belle e/o buone?

Parla il nostro Biologo nutrizionista Luca Lotito: tutti i segreti per scegliere cibi sani che fanno bene alla salute. 

Sarà successo a molti di passeggiare in campagna e imbattersi in un albero da frutto ed essere tentati di cogliere uno di quei frutti, come sarà spesso capitato di gettare via frutta o verdura perché con forme non regolari o con molte imperfezioni. Ma l’aspetto è davvero cosi importante nella scelta di ciò che andremo a consumare? La “bella” frutta o verdura siamo davvero sicuri di sapere quale sia realmente?

Nei supermercati, dai fruttivendoli la frutta è esteticamente impeccabile e spesso la presenza di imperfezioni ci fa supporre che sia di qualità inferiore; in realtà la perfezione ha un costo sia per l’ambiente che per le proprietà nutrizionali.

Questi alimenti vengono raccolti, trasportati, inviati ad un centro di confezionamento da cui vengono trasferiti ad un centro di distribuzione o vendita all’ingrosso per i mercati generali per poi arrivare ai supermercati, ai mercati cittadini, ai fruttivendoli per l’acquisto finale. Tutte queste fasi avvengono in un arco temporale di giorni che possono essere anche molti se il luogo di raccolta e di destinazione sono distanti fra di loro, per cui la frutta tende ad un naturale deperimento. 

Per ovviare a questo problema si ricorre all’uso di ambienti con atmosfera modificata e controllata che permettono di rallentare il processo di maturazione oppure si utilizzano antimuffa e cere che, oltre alla protezione, conferiscono un aspetto più attraente al prodotto.

Per risolvere l’annosa questione di inestetismi dovuti a “macchie o difetti” che generalmente vengono causati da insetti o altri patogeni si utilizzano fitofarmaci che influiscono sulla maturazione e sull’attacco di questi esserini.

Inoltre, un’alta percentuale del raccolto (anche fino al 50%) viene scartata a causa delle imperfezioni estetiche o perché in avanzato stato di maturazione rispetto agli “standard” o perché non è della giusta pezzatura per il mercato a cui è destinato. Spesso questi “scarti” sono destinati alla trasformazione in prodotti derivati, ma, ahimè, molto spesso vengono gettati via con un enorme spreco di risorse e tempo.

Premesso questo, possiamo già avere una risposta alla domanda bella o buona? 

Purtroppo molto spesso la genuinità viene sacrificata a favore della bellezza e quindi tutto quello che vediamo non è sempre oro che luccica.

In questo processo di produzione anche l’ambiente ne risente notevolmente per via dell’uso di sostanze chimiche e dell’impiego di numerose risorse che potrebbero essere ridotte con alcuni stratagemmi.

Ad esempio potremmo riscoprire i mercati rionali, l’acquisto diretto dai produttori, per chi invece è più volenteroso e ha voglia anche di una “palestra” naturale affittare un orto comunale e prodursi la propria frutta e verdura che sarà sicuramente a chilometro zero.

Si possono adottare anche piccoli stratagemmi per capire se ciò che acquistiamo è anche buono. Diffidiamo da frutta, verdura e ortaggi dal colore troppo intenso e uniforme, ma orientiamoci verso prodotti più “imperfetti”.

Per le patate ad esempio scegliamo prodotti di medie dimensioni e non esageratamente grandi o piccole e verifichiamo che incidendo la buccia con l’unghia scricchioli perché indice di maggiore naturalità.

Per le mele, immergendole in acqua calda se compare una pellicola oleosa sulla buccia questo indica un trattamento con cere.

Per la zucca cerchiamo quelle con una buccia liscia e uniforme perché in questo caso la presenza di righe fibrose non dritte suggerisce l’uso di pesticidi

Una buona fetta di anguria deve avere fibre bianche e non giallastre, sintomo di nitrati.

Dunque riscopriamo l’antica frutta e verdura dalle “forme strane” e con il “vermetto” all’interno.

copertina verdeta 80

banner essere cna

banner i consigli di samuele

Assemblea Nazionale 2021 - Intervista al Presidente Nazionale Giovanni Giungi

Assemblea Nazionale 2021 - Intervista al Presidente Nazionale CNA Daniele Vaccarino

banner FormazioneMondoDigitale

DIGITAL STORYTELLING
Corsi di formazione con Fondazione Mondo Digitale

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Gli auguri di Buona Pasqua del Presidente Giovanni Giungi

Messaggio del Presidente Giovanni Giungi

Messaggio del Presidente Giovanni Giungi

Assemblea Nazionale CNA Pensionati - Ministro della Salute Roberto Speranza

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.