Turismo natalizio - Dove vanno gli anziani, cosa amano fare e come spendono

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, recita un celebre modo di dire che suggerisce come trascorrere le vacanze a seconda del periodo in questione: in compagnia dei propri cari oppure con la licenza di concedersi una scampagnata in totale autonomia. Momento privilegiato per riunire tutta la famiglia, il periodo natalizio è sacro per gli italiani: per la stragrande maggioranza dei nostri connazionali la giornata del 25 dicembre si svolgerà a casa insieme ai parenti.

E gli over 65 come trascorreranno le feste? Soprattutto per fascia più anziana della popolazione i giorni di Natale, Capodanno ed Epifania rappresentano un momento di condivisione e partecipazione insieme a figli e nipoti, magari lontani e ritrovati per l’occasione. In particolare per i quasi 4 milioni di anziani che oggi vivono soli (dati Istat) il periodo natalizio costituisce uno dei più importanti momenti di socialità anche per contrastare i fenomeni di isolamento. Il rischio di essere lasciati soli può registrarsi infatti anche durante i giorni di festa: per fare un esempio, la recente campagna di sensibilizzazione dell’organizzazione benefica Age UK nel Regno Unito ha stimato che sono 873mila i cittadini inglesi over 65 che durante il giorno di Natale rimangono privi di compagnia.

Tornando in Italia, se per le feste comandate l’imperativo è stare tutti insieme a casa, le occasioni per partire però non mancheranno lungo tutto l’arco delle festività, complice anche la chiusura di scuole e uffici. Anche per il 2018, infatti, dovrebbero essere circa 15 milioni gli italiani in viaggio per una spesa turistica che quasi certamente supererà i 2 miliardi.

Secondo una recente indagine del Centro Studi Touring Club Italiano due italiani su tre faranno le valigie nel periodo natalizio, anche se nella maggior parte dei casi si tratterà di brevi gite fuori porta, uno o due giorni al massimo. La domanda seguente è un grande classico: meglio mare o montagna? L’uno e l’altra a seconda delle destinazioni: per chi sceglierà mete estere in cima c’è la Spagna (Canarie) e la Francia (Costa Azzurra), in Italia la destinazione preferita rimane invece il Trentino-Alto Adige.

Anche i pensionati italiani si concederanno qualche giorno fuori dalla routine con partenze pianificate. Si tratta infatti di un trend in crescita, confrontando gli ultimi rapporti Istat “Viaggi e vacanze in Italia e all’Estero”. Si segnala infatti che la fascia anagrafica over 65 anni che ha fatto almeno un viaggio o una vacanza nel trimestre ottobre/dicembre registra un incremento percentuale rispetto all’anno precedente. Il dato dimostra come il fenomeno del turismo della Terza Età sia oggi un settore in continuo sviluppo e una risorsa importante per il mercato.  Secondo una ricerca Censis la partecipazione a viaggi turistici è l’attività preferita dal 37% dei post-sessantenni, e un viaggio rientra nei progetti del 42% del campione esaminato. E ancora, l’Associazione per l’autogestione dei servizi e della solidarietà (Auser) rivelano come gli over 65 siano il 25% dei clienti dei tour operator e, in particolare, il 70% delle località termali e terapeutiche.

Se salute e disponibilità economiche lo permettono ci sarà spazio quindi per mettersi in viaggio. Di sicuro da parte degli over 65 c’è la voglia di fare nuove esperienze. La conferma arriva dalla decima indagine dell'Osservatorio Europcar che analizza con Doxa gli stili di vacanza delle persone fra i 60 e i 79 anni. L’indagine mostra come la metà del campione intervistato abbia fatto o pensi di fare una vacanza non solo d’estate, il 10% svela di volersi spostare esclusivamente fuori dai mesi estivi, inclusa quindi la stagione natalizia. E dove vanno, in conclusione, i senior italiani? Il 64% delle attività dei turisti più agé si concentra nell'ambito culturale: visite a musei, chiese, siti archeologici, palazzi d'epoca precedono infatti escursioni e passioni personali come enogastronomia e sport.

BOX. Mercatini, il Trentino Alto Adige

Il Trentino Alto Adige ha tra le maggiori fonti di attrazione turistica i Mercatini di Natale. Ispirati alla tradizione alpina e nordeuropea e presenti nella provincia di Trento da oltre vent’anni con la prima edizione del 1993, i Mercatini sono diventati oggi quasi una tradizione. Volano per l’economia locale, rappresentano una delle mete di maggior affluenza all’apertura della stagione invernale. I Mercatini di Natale del Trentino, unitamente a quelli dell’Alto Adige, sono considerati i più belli e caratteristici d’Italia grazie alla tipicità dei loro prodotti per una spesa media pro-capite dei visitatori che si aggira intorno ai 40 euro. Nell’immaginario collettivo la sensazione è di trovarsi in un luogo unico, quasi “magico”, fatto di luci, profumi, musiche natalizie con un atmosfera suggestiva. Il tutto si svolge nelle tradizionali casette di legno, nelle quali vengono esposti prodotti agroalimentari, decorazioni natalizie e originali oggetti artigianali realizzati a mano, in legno, in stoffa o altri materiali.

(fonte Rapporto “Mercatini di Natale in Trentino” a cura del Servizio Turismo I.S. per le politiche turistiche della Provincia Autonoma di Trento)

copertina verdeta69 01

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Testimonianze di "Nonni per le città" all'Assemblea Nazionale di CNA Pensionati"

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Spot radiofonici

BannerTIM

Al via il progetto "Nonni per le città"

Festa Nazionale CNA Pensionati

TG5 ore 8. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo un pensionato su 4 riesce a mantenere i famigliari senza difficoltà (27/08/17)

TG5 ore 00,50. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo 1 pensionato su 4 ha una vita dignitosa (26/08/17)

TGCOM24 ore 17. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo il 25% dei pensionati italiani riesce a vivere una vita dignitosa (26/08/17)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.