Facebook e social, attenzione alle fake news

Facebook e social, attenzione alle fake news
Uno studio delle università di New York e Princeton pone sotto la lente i rischi per gli over65. I consigli per difendersi dalle ‘bufale’ ed imparare a riconoscerle

Al passo con i tempi e con la tecnologia, sempre più alle prese con la navigazione su internet e sui social network. Se la popolazione over65 si rivela ogni giorno più connessa a mettere in guardia dai rischi della rete è un recente studio condotto da ricercatori delle università di New York e Princeton. La ricerca pubblicata sulla rivista Science Advanced

(http://advances.sciencemag.org/content/5/1/eaau4586.full) mostra come siano soprattutto gli anziani ad essere tratti in inganno dalle cosiddette fake news.

Si fa riferimento ad un fenomeno in larga crescita e dagli effetti potenzialmente dirompenti in un momento in cui nel processo di disintermediazione l’informazione passa sempre meno dai canali tradizionali a vantaggio di siti e blog. Il termine fake news sta ad indicare, infatti, quegli articoli ingannevoli pubblicati con il deliberato intento di dare informazioni distorte.

La studio, realizzato in collaborazione con YouGov, si è concentrato in un intervallo temporale a cavallo delle elezioni del 2016 negli Stati Uniti. Ha coinvolto un campione di 1.300 persone iscritte a Facebook che hanno accettato di far monitorare attraverso una applicazione la loro attività sui social. La metodologia con cui è stato condotto l’esperimento ha visto il confronto dei link pubblicati nei profili dagli utenti con una black list di portali noti per produrre ‘bufale’.

Il dato che è emerso ha rivelato come l’11% degli over65 abbia riportato almeno una fake news contro il 3% delle persone comprese nel gruppo di età tra i 18 e i 29 anni. Anche per la frequenza nella condivisione di notizie false gli over65 sono arrivati a pubblicarne fino a 7 volte di più rispetto al gruppo dei più giovani.

«Nonostante l'interesse nel fenomeno delle notizie false, sappiamo molto poco su chi effettivamente le condivide» ha dichiarato Joshua Tucker, professore di politica alla New York University. «Il fatto che gli anziani abbiano maggiori probabilità di condividere notizie false offre importanti implicazioni su come progettare interventi» ha aggiunto Andrew Guess, assistente professore di politica alla Princeton University.

Anche qui in Italia il fenomeno delle fake news si fa sentire, secondo il rapporto “Infosfera” realizzato dal gruppo di ricerca sui mezzi di comunicazione di massa dell’Università Suor Orsola Benincasa ben l’82% dei nostri connazionali ha dichiarato di essersi trovato in difficoltà nel distinguere una ‘bufala’ da una notizia vera sul web. Succede perché le fake news vengono realizzate ad arte con uno stile di scrittura che ricalca quello giornalistico, corredate di dati e fonti inesistenti proprio con l’obiettivo di apparire verosimili e circolare in rete.

Come difendersi allora? Per gli anziani e per i più giovani Facebook ha elaborato, in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale, un decalogo per riconoscere le notizie false e starne alla larga.

  1. Non ti fidare dei titoli: le notizie false spesso hanno titoli altisonanti scritti tutti in maiuscolo e con ampio uso di punti esclamativi. Se le affermazioni contenute in un titolo ti sembrano esagerate, probabilmente sono false.
  2. Guarda bene l’URL: un URL fasullo o molto simile a quello di una fonte attendibile potrebbe indicare che la notizia è falsa. Molti siti di notizie false si fingono siti autentici effettuando cambiamenti minimi agli URL di questi siti. Puoi accedere al sito per confrontare l’URL con quello della forma attendibile.
  3. Fai ricerche sulla fonte: assicurati che la notizia sia scritta da una fonte di cui ti fidi e che ha la reputazione di essere attendibile. Se la notizia proviene da un’organizzazione che non conosci, controlla la sezione “Informazioni” della sua Pagina per scoprire di più.
  4. Fai attenzione alla formattazione: su molti siti di notizie false, l’impaginazione è strana o il testo contiene errori di battitura. Se vedi che ha queste caratteristiche, leggi la notizia con prudenza.
  5. Fai attenzione alle foto: le notizie false spesso contengono immagini e video ritoccati. A volte le immagini potrebbero essere autentiche, ma prese fuori contesto. Puoi fare una ricerca dell’immagine o della foto per verificarne l’origine.
  6. Controlla le date: le date degli avvenimenti contenuti nelle notizie false potrebbero essere errate e la loro cronologia potrebbe non avere senso.
  7. Verifica le testimonianze: controlla le fonti dell’autore per assicurarti che siano attendibili. La mancanza di prove o il riferimento a esperti di cui non viene fatto il nome potrebbe indicare che la notizia è falsa.
  8. Controlla se le altre fonti hanno riportato la stessa notizia: se gli stessi avvenimenti non vengono riportati da nessun’altra fonte, la notizia potrebbe essere falsa. Se la notizia viene proposta da fonti che ritieni attendibili, è più probabile che sia vera.
  9. La notizia potrebbe essere uno scherzo: a volte può essere difficile distinguere le notizie false da quelle satiriche o scritte per divertire. Controlla se la fonte è nota per le sue parodie e se i dettagli e il tono della notizia ne rilavano lo scopo umoristico.
  10. Alcune notizie sono intenzionalmente false: usa le tue capacità critiche quando leggi le notizie online e condividile solo se non hai dubbi sulla loro veridicità.

copertina verdeta73

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Gli auguri di Buona Pasqua del Presidente Giovanni Giungi

Messaggio del Presidente Giovanni Giungi

Messaggio del Presidente Giovanni Giungi

Assemblea Nazionale CNA Pensionati - Ministro della Salute Roberto Speranza

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

BannerTIM

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.